Benvenuto, Ospite Ricerca | Topic attivi | Log In | Registrati

Yamaha YZR-M1: Uscite 10, 11, 12 e 13 Opzioni
Admin_ITA
#1 Inviato : martedì 31 gennaio 2023 18:24:28
Rank: Amministratore

Gruppi: Administrator, Administrators, Forum Support Team, Global Forum Support Team, Moderator, Official Builds, Registered

Iscritto: 27/08/2019
Messaggi: 100
Points: 306
Locazione: Italy
DIARIO UFFICIALE DI COSTRUZIONE
YAMAHA YZR-M1: USCITE 10, 11, 12 E 13


Un saluto a tutti i costruttori della Yamaha YZR-M1 di Valentino Rossi.
I lavori di assemblaggio del nostro modello si fanno sempre più interessanti e in questo nuovo capitolo del diario ufficiale di costruzione proseguiremo con i componenti forniti nelle uscite 10, 11, 12 e 13... iniziamo!

ERRATA: nel corso dei vari fascicoli cartacei quando si parla di recuperare i vari componenti cisi riferisce di un fascicolo sempre successivo a quello in cui sono stati forniti in realtà; ad esempio quando si parla di 'fascicolo 11' in realtà i componenti sono stati forniti nel fascicolo 10, quando si parla di 'fascicolo 7' sono stati forniti nel fascicolo 6 etc... In questa guida invece i riferimenti ai fascicoli sono quelli corretti.


I componenti forniti con la decima uscita sono:

A. Piastra inferiore della forcella
B. Viti E x 2 (+ scorta)
C. Dado perno ruota
D. Viti D x4 (+ scorta)
E. Chiave a croce




Per prima cosa recuperiamo lo pneumatico anteriore fornito nella seconda uscita e il cerchione anteriore fornito nella nona uscita.



adesso dovremo inserire il cerchione all'interno dello pneumatico: la procedura prevede di inserire il cerchione parzialmente e perpendicolarmente allo pneumaticoe quindi spingerlo al suo interno. Lo preumatico, essendo in vera gomma è piuttosto duro, quindi prendetevi tutto il tempo necessario e procedete con calma evitando di danneggiare le parti.



Con un po' di costanza e pazienza riuscirete a inserire il cerchione all'interno dello pneumatico, come mostrato nella foto.



Ora dobbiamo posizionare il disco del freno di destra fornito nella quarta uscita sulla faccia corrispondente del cerchione: ques'ultima è dotata di due frecce che dovranno corrispondere a quelle presenti sul disco del freno, quindi prestate particolare attenzione a questo passaggio. La faccia posteriore del disco del freno è dotata di 3 perni che corrispondono ad altrettanti fori presenti sull'anello centrale del cerchione.



Adesso possiamo inserire la pinza del freno di destra, fornita nella settima uscita, accoppiandola al supporto della pinza presente sulla forcella. Per comodità comunque vi suggerisco di procedere dopo avere unito la forcella, il disco del freno e la ruota.



Ecco come andranno unite la pinza del freno e il relativo supporto.



Adesso posizioniamo lo stelo sul cerchione, allineando il foro inferiore presente sullo stelo con quello centrale del cerchione, innestiamo la pinza del freno come mostrato precedentemente e facciamo scorrere il perno munito di dado (uscita 8) all'interno dei fori allineati, facendolo fuoriuscire dalla parte opposta del cerchione.



Adesso capovolgiamo la ruota e la forcella, avendo cura di tenere tutto unito, posizioniamo la forcella sinistra e uniamo la pinza del freno di sinistra con il relativo supporto, sempre come abbiamo fatto per quello di destra. Vedremo spuntare l'estremità filettata del perno della ruota dal foro centrale del cerchione.



Ora posizioniamo il dado del perno, fornito nell'uscita 10 nel foro del cerchione e sull'estremità filettata del perno della ruota e serrarlo delicatamente con la chiave a croce. Non stringetelo eccessivamente poiché bloccherebbe la rotazione della ruota.



Facciamo scorrere la piastra inferiore della forcella sui due steli allineando i fori presenti su di essa con quelli degli steli, e innestando i due intagli con le sporgenze degli steli.



Una volta allineate le parti fissa la piastra inferiore della forcella sugli steli usando due viti di tipo E, fornite nelll'uscita 10.




I componenti forniti con l'undicesima uscita sono:

A. Collettore di scarico A
B. Collettore di scarico B
C. Vite B (+ scorta)



Prendiamo la struttura della forcella e della ruota anteriore, il parafango anteriore fornito nell'uscita 4, e quattro viti D fornite nell'uscita 10.



Installiamo il parafango come mostraro nella foto, allineando i fori presenti su quest'ultimo con quelli del supporto e serriamo due viti di tipo D all'interno dei due fori indicati dalle frecce.



Adesso capovolgiamo la struttura delle forcelle e della ruota e serriamo le rimanenti due viti di tipo D negli altri due fori del parafango e del supporto, sempre come indicato dalle frecce.



Prendiamo i due collettori A e B forniti in questa uscita e uniamoli nei punti indicati dalle frecce.



Dopo averli uniti come indicato andiamo a fissare insieme le due parti mediante una vite B, ricevuta in questa uscita, da serrare nel foro in cui i due scarichi si uniscono.




I componenti forniti con la dodicesima uscita sono:

A. Collettore di scarico C
B. Collettore di scarico D
C. Vite B (+ scorta)



La procedura di assemblaggio di questa fase è estremamente veloce: dovremo unire i due collettori di scarico C e D insieme e fissarli mediante una vite B, tutti forniti in questa uscita. Fate attenzione ad unire correttamente il foro della vite dei due collettori ed il perno del collettore D con il foro corrispondente presente sul collettore C.




I componenti forniti con la tredicesima uscita sono:

A. Sonda lambda e tirante L1
B. Terminale di scarico
C. Sonda lambda e tirante L2
D. Sonda lambda e tirante R1
E. Vite B x 2 (+ scorta)
F. Tiranti del terminale
G. Sonda lambda e tirante R2



Nel corso di questa fase avremo bisogno dei collettori di sinistra A e B, forniti nell'uscita 11, insieme ai due sacchettini dei componenti L1 e L2 forniti in questa fase.



Installiamo il tirante L1 nelle rispettive rientranze del collettore B. Non è obbligatorio usare della colla per fissarli poiché entreranno con semplicità all'interno dei fori, ma per un assemblaggio più solido potrete comunque avvalervi opzionalmente di una micro-goccia di colla cianoacrilica da applicare sui perni dei tiranti.



Adesso dobbiamo installare la sonda lambda L1 nel foro corrispondente del collettore; il foro ed il perno sono sagomati per accoppiarsi in un solo modo.



Adesso prendiamo le parti del sacchettino L2 (tirante e sonda lambda) che dovremo applicare sul collettore A.



Installiamo prima il tirante L2, come in precedenza.



Quindi passiamo alla sonda lambda L2.



Abbiamo completato la prima coppia di collettori e il risultato dovrà corrispondere a quello visibile nella foto.



Adesso passiamo alla coppia di collettori di destra C e D, forniti nell'uscita 12. Su di essi andremo ad installare i tiranti e le sonde lambda R1 e R2, nelle posizioni indicate nella foto.



Iniziamo dal tirante R2, che dovremo installare nei rispettivi alloggiamenti del collettore D (quello più esterno). Quindi passiamo alla sonda lambda R2, sempre da inserire nel rispettivo foro, come indicato dalle tre frecce.



Passiamo al tirante R1 e alla sonda lambda R1, che andranno installati nei punti indicati dalle frecce.



Ecco la coppia di collettori C e D con entrambi i tiranti e le sonde lambda installate.



Infine, in questa ultima foto, possiamo vedere entrambi i collettori (quello destro e sinistro) dotati di tiranti e di sonde lambda.



E anche questa fase di assemblaggio si è conclusa: a presto con la prossima fase ricordate sempre che sono a vostra disposizione per ogni domanda, chiarimento o curiosità sull'assemblaggio della Yamaha YZR-M1.

Utenti che sfogliano il topic
Guest
Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.

DeAgostini