Benvenuto, Ospite Ricerca | Topic attivi | Log In | Registrati

Fascicoli 61-65 Opzioni
admin
#1 Inviato : mercoledì 2 settembre 2015 19:10:40
Rank: Amministratore

Gruppi: Administrator, Administrators

Iscritto: 07/01/2015
Messaggi: 625
Points: 1.910
Locazione: UK
Fascicolo 61

In allegato, vari listelli di legno, golfari, bozzelli, filo, componenti di una coffa.

La coffa dell’albero maestro è quella specie di piattaforma situata nel punto in cui il fuso maggiore si collega all’albero di gabbia. Serviva soprattutto per fissare le sartie di gabbia, ma era utilizzata anche come punto di vedetta e postazione per i tiratori scelti.

L’assemblaggio della piattaforma della coffa dell’albero maestro
Incolla il bordo sagomato sul basamento della coffa in modo che i due pezzi siano allineati tra loro. Poi prendi il piccolo bordo arrotondato e fissalo sulla parte anteriore del bordo sagomato, facendolo combaciare con il margine esterno di quest’ultimo. In seguito completa il bordo del basamento con dei pezzi di listello da 3x2 mm. Allinea l’interno dei listelli al piccolo bordo arrotondato. Il margine dei listelli che sporge all’esterno andrà carteggiato tra poco.
La crocetta della coffa si compone di sei pezzi. Dopo aver capovolto la coffa, incolla le due barre più lunghe (barre traverse) a filo dei bordi dell’apertura rettangolare. Poi, senza usare la colla, assembla tra loro le due barre più corte (barre costiere) e i distanziatori. La distanza tra le barre costiere deve essere compresa tra 8 e 8,5 mm. Per unire i pezzi, può darsi che occorra carteggiare le scanalature delle barre e le estremità dei distanziatori.
Assembla le barre costiere sopra le barre traverse in modo che i bracci anteriori si estendano lungo i bordi dell’apertura rettangolare più piccola della piattaforma. Se necessario, adatta leggermente le scanalature delle barre. Incolla in posizione tutti i componenti.
Infine carteggia i bordi della coffa pareggiando i margini sporgenti al resto della struttura.

La preparazione del parapetto
Taglia due pezzi di listello da 2x3 mm e uno da 2x2 mm di lunghezza pari alla larghezza della coffa. Nei listelli da 2x3 mm pratica cinque fori da 1 mm di diametro, posizionandoli nei punti illustrati al passo 2 della pagina 11 della Guida al montaggio.
Incolla un listello da 2x3 mm sul retro della coffa, allineandolo al bordo posteriore. Per formare il corrimano del parapetto, fissa il listello da 2x2 mm sul secondo listello da 2x3 mm, centrandolo.

Il completamento della coffa
Esegui nella coffa due file di sei fori ciascuna del diametro di 1,5 mm l’uno. Per individuare i punti precisi, osserva attentamente l’immagine del passo 1 a pagina 12 della Guida. È possibile che la posizione del foro anteriore delle due file coincida in parte con la barra traversa anteriore. In tal caso, conviene arretrare il punto da forare di circa 0,5 mm, così che il foro risulti appena dietro la barra.
Capovolgi la coffa e fai altri dieci fori da 0,7 mm di diametro. Individua i punti esatti con l’aiuto della foto del passo 2 a pagina 12 della Guida.
Se hai optato per la finitura naturale, applica il mordente sulla coffa e il corrimano del parapetto prima di installare i tacchetti. Nel caso tu abbia scelto di verniciare il modello, dipingi tutta la coffa e il corrimano di nero dopo aver montato i tacchetti, come illustrato sotto.
Con i listelli da 2x5 mm prepara 27 tacchetti da disporre sulla piattaforma della coffa. Ogni tacchetto ha una propria forma che va sagomata singolarmente in base alla sua posizione specifica (noi abbiamo realizzato i tacchetti di metà della piattaforma e poi li abbiamo fedelmente riprodotti per l’altra metà).
Per posizionare in maniera corretta i tacchetti sulla coffa, fai riferimento alla foto 5 a pagina 13 della Guida. I listelli non devono sovrapporsi ai fori da 1,5 mm, mentre possono coprire quelli da 0,7 mm.
Recupera i golfari e recidine i gambi alla lunghezza di 2 mm. Poi fissali con la colla cianoacrilica nei fori da 0,7 mm sulla faccia inferiore della coffa, allineando gli anelli come illustrato nella foto.
Fai un nodo a mezzo collo intorno a un bozzello singolo, usando il filo più sottile. Il nodo deve essere all’estremità del bozzello più vicina al foro. Stringi il nodo e, per sicurezza, fanne un secondo, quindi sigilla il tutto con un po’ di colla vinilica diluita. Taglia un’estremità del filo vicino al nodo. Con lo stesso procedimento prepara altri cinque bozzelli.
Lega i sei bozzelli ai golfari sotto la coffa, facendoli pendere verso il basso a circa 10-12 mm dai rispettivi anelli.
Per fare i montanti del parapetto, taglia cinque pezzi di tondino di ottone lunghi 12 mm l’uno e incollali nei fori del listello sul retro della coffa. Completa infine il parapetto, fissando il corrimano sui montanti.
admin ha allegato le seguenti immagini:
V61.JPG
V61-1.JPG
V61-2.JPG
V61-3.JPG
V61-4.JPG
V61-5.JPG
V61-6.JPG
V61-7.JPG
V61-8.jpg
V61-9.jpg
V61-9a.JPG
V61-10.JPG
V61-11.JPG
V61-12.JPG
admin
#2 Inviato : mercoledì 2 settembre 2015 19:13:10
Rank: Amministratore

Gruppi: Administrator, Administrators

Iscritto: 07/01/2015
Messaggi: 625
Points: 1.910
Locazione: UK
Fascicolo 62

In allegato, Piano dell’albero maestro in scala 1:1, vari listelli di legno, tondino, bigotte a cuore, mastra, filo, maschette, chiodini, bozzelli.

I disegni contenuti nel Piano dell’albero maestro sono a grandezza naturale, così da poter prendere le misure dei componenti in lavorazione direttamente su di essi. Mettiti al lavoro solo dopo averli osservati con attenzione. Inoltre, prima di effettuare un taglio, controlla sempre l’esattezza di tutte le misure.

Finitura decorativa Se intendi dare al modello una finitura decorativa, prima di procedere con la verniciatura completa l’intera fase di montaggio.
Finitura naturale Se hai optato per una finitura naturale, segui le indicazioni relative alla stesura del mordente contenute nella Guida al montaggio.

La sagomatura del colombiere del fuso maggiore
Prendi il tondino con diametro di 10 mm a appoggialo sul disegno del fuso maggiore contenuto nel piano. Con una matita segna sul tondino i quattro punti chiave indicati sul disegno, poi infila la mastra sul tondino e usala per tracciare una linea intorno al fuso in corrispondenza di ciascun punto.
Appoggia l’estremità superiore del tondino sul Centre Finder presente nel piano e riporta la posizione di due diametri tra loro ortogonali. Quindi unisci i punti così da ottenere una croce all’estremità del tondino. Con l’aiuto di un pezzo di listello estendi le linee della croce lungo l’intera porzione del tondino a sezione quadra (lunga 73 mm).
Disponi il tondino all’interno di una dima, come ti viene mostrato nella foto sotto, ed esegui quattro tagli profondi 1 mm lungo la linea che delimita la porzione a sezione quadra. Fermati prima che la lama raggiunga le linee longitudinali.
Ora ricava quattro facce piane tra le linee. Le facce devono essere tra loro perpendicolari e avere una larghezza di 8 mm l’una. Gli spigoli vanno smussati come illustrato nel piano. Controlla spesso le misure della porzione a sezione quadra in modo da non asportare più materiale di quello che occorre. Verifica inoltre che la coffa dell’albero maestro si inserisca perfettamente sulla porzione a sezione quadra del fuso.
Sugli ultimi 5 mm del fuso disegna e poi sagoma un maschio di 5x5 mm. Lascia una leggera abbondanza così da poterlo rifinire una volta provato sulla testa di moro allegata al prossimo fascicolo.

La sagomatura del piede del fuso maggiore
Inizia realizzando una lieve smussatura al piede del fuso, quindi controlla che l’albero entri facilmente nel foro del ponte fino alla linea che in precedenza hai tracciato a 95 mm dal piede.
Con la carta abrasiva smussa il bordo superiore della mastra, poi riponi il pezzo in un luogo sicuro.
Ora lungo il fuso devi ricavare tre facce piane, come illustrato nei disegni. Carteggiando, realizza sulla parte anteriore una faccia larga 5 mm e lunga 188 mm. Poi ricava le due facce laterali (trascura quindi la parte posteriore del fuso). La loro larghezza deve essere di 8 mm sotto la porzione di albero a sezione quadra e restringersi gradualmente fino a 3 mm in corrispondenza della linea tracciata 127 mm più sotto.

I sostegni della coffa
Per fare le ‘noci’, prendi il listello da 3x7 mm e taglia due pezzi lunghi 21 mm. Poi arrotonda un’estremità di ciascun pezzo seguendo il profilo sul disegno.
Per realizzare le lapazze, prepara due pezzi di listello da 2x6 mm lunghi 106 mm l’uno. Disegna quindi due linee convergenti da un’estremità all’altra di ciascun listello. Tra le linee dev’esserci una distanza di 6 mm a un’estremità e di 3 mm all’estremità opposta. Carteggia quindi i due listelli, rastremandoli da 6 a 3 mm. Infine sulle estremità più larghe ricava un arco che combaci con le estremità tondeggianti delle noci.
Appoggia le maschette sul disegno del piano e rifiniscile opportunamente. Poi carteggia gli spigoli del bordo curvo, lasciando intatti quelli dei due bordi diritti.
Se hai optato per la finitura naturale, stendi sul fuso maggiore e le maschette una mano di mordente del colore da te prescelto. Questa operazione va effettuata prima di proseguire con il montaggio.
Adesso incolla sull’albero le lapazze laterali e le noci, adoperando il disegno del piano come guida.
Sempre servendoti del piano, riporta sul fuso la posizione delle 17 legature previste. Esegui quindi le legature con il filo nero, come ti viene spiegato nella Guida al montaggio. In seguito, applica sulle legature un po’ di colla vinilica diluita e, quando la colla sarà asciutta, taglia il filo eccedente.

Il completamento del fuso maggiore
Dopo aver tagliato un pezzo di listello da 2x5 mm lungo 188 mm, con l’aiuto del disegno riporta su di esso la posizione delle scanalature per il passaggio delle legature. Per ricavare le scanalature, pratica dei tagli profondi 1 mm in corrispondenza dei segni tracciati in precedenza e poi asporta il legno tra essi con un taglierino. Appoggiato il listello (che riproduce la lapazza prodiera) sulla faccia piana anteriore del fuso, verifica che sia ben centrato e che le scanalature coincidano con le legature, quindi incollalo in posizione.
Ora fissa le due maschette, orientandole verso la parte anteriore dell’albero. Lascia asciugare completamente la colla. Inserisci la coffa sul fuso e accertati che sia perfettamente diritta e perpendicolare rispetto ai sostegni. Se occorre, rifinisci questi ultimi. Quando tutto è a posto, incolla la coffa in posizione.
Taglia due pezzi di listello da 2x2 mm da disporre tra le barre costiere e l’estremità della porzione dell’albero a sezione quadra. Incolla i listelli a 2 mm di distanza l’uno dall’altro. Fissa tra i listelli quattro pezzetti di legno da 2x2 mm, distanziandoli tra loro in maniera uniforme come illustrato nella foto sotto. Ripeti il medesimo procedimento sulle rimanenti tre facce della porzione a sezione quadra, completando così il fuso maggiore dell’albero maestro.
Se stai dipingendo il modello, vernicia di giallo ocra tutta la parte dell’albero sottostante la coffa, comprese le legature. La porzione a sezione quadra sopra la coffa andrà invece colorata di nero in una fase successiva.
Non incollare il fuso maggiore sul modello.
admin ha allegato le seguenti immagini:
V62.JPG
V62-2.JPG
V62-3.JPG
V62-4.JPG
V62-5.JPG
V62-6.JPG
V62-7.JPG
V62-8.JPG
V62-9.JPG
V62-10.JPG
V62-11.JPG
V62-12.JPG
V62-13.JPG
V62-14.JPG
V62-15.JPG
V62-16.JPG
V62-17.JPG
V62-18.JPG
V62-19.JPG
admin
#3 Inviato : mercoledì 2 settembre 2015 19:18:07
Rank: Amministratore

Gruppi: Administrator, Administrators

Iscritto: 07/01/2015
Messaggi: 625
Points: 1.910
Locazione: UK
Fascicolo 63

In allegato, vari tondini e listelli di legno, componenti di una crocetta, bozzelli, teste di moro, filo, bigotta a cuore, golfari, guide, guanciali e pomo.

L’attrezzatura del fuso maggiore di maestra
Ricava due scassi lunghi 5 mm e profondi 1,5 mm al centro dei due listelli di rinforzo situati su un lato (quindi non davanti o dietro) del fuso maggiore. Poi prendi una guida a forma di ‘U’ e incollala al centro degli scassi (può darsi che occorra ridurre lo spessore del pezzo). In maniera analoga, applica la seconda guida sul lato opposto dell’albero.
Se hai optato per la finitura decorativa, prima di proseguire dipingi di nero le guide, i listelli di rinforzo e la porzione di fuso al di sopra della crocetta, con l’esclusione del maschio a sezione quadra posto all’estremità.
Una volta asciutta la vernice, recupera il filo marrone da 0,8 mm allegato al fascicolo 61. Per creare una sorta di collare, disponi una matita lungo il lato destro della testa dell’albero, quindi avvolgi per tre volte il filo attorno all’albero e alla matita, passando all’interno della guida del lato sinistro. Ruota l’albero di 180 gradi e lega il filo con un nodo piano che provvederai a sigillare con un po’ di colla vinilica diluita. Quando la colla sarà asciutta, taglia i due capi del filo. Ripeti l’operazione sul lato opposto della testa dell’albero.
I bozzelli vanno tutti stroppati com’è stato illustrato nella Guida al montaggio 61. Recupera due bozzelli a tre vie da 7 mm (forniti con l’uscita 61), lega intorno a essi due pezzi di filo marrone da 0,8 mm e sigilla i nodi. Lega il filo di un bozzello alle asole fatte in precedenza attorno al fuso, lasciando una distanza di circa 30 mm. Esegui la stessa operazione sull’altro lato dell’albero. Prima di stringere i nodi, controlla che entrambi i bozzelli pendano poco sotto la coffa e siano alla stessa altezza.

La testa di moro grande e la crocetta
Prendi la testa di moro più grande delle due allegate al fascicolo e pratica su di essa sei fori da 0,7 mm, come mostrato nella foto sotto. Accorcia i gambi di sei golfari in modo che non fuoriescano dal legno. Se sulla testa di moro intendi applicare il mordente o la vernice, conviene farlo adesso, cioè prima di fissare i golfari e i bozzelli. Bada di non colorare l’interno delle due aperture centrali del pezzo. Incolla nei fori da 0,7 mm i sei golfari e lega due bozzelli piccoli come ti viene mostrato nell’immagine sotto.
Ora traccia un segno al centro delle tre barre traverse della crocetta. Fai altri due segni ai lati del primo, a 2,5 mm di distanza da esso. Successivamente incolla le due barre costiere sopra le barre traverse, ponendole a filo dei segni più esterni. Tra esse, dunque, deve esserci una distanza di 5 mm. Applica sulla crocetta la vernice o il mordente, a seconda della finitura stabilita.

La preparazione dell’albero di gabbia
L’albero di gabbia ha una forma leggermente a tronco di cono, per cui il piede ha un diametro di 8 mm e la testa di 6 mm. Taglia a misura il tondino solo dopo averlo rastremato.
Appoggia il tondino da 8 mm sopra il disegno dell’albero di gabbia contenuto nel piano e riporta su di esso la posizione dei due punti situati nella parte inferiore dell’albero (per il momento, non occorre segnare i punti della parte superiore, perché verrebbero cancellati durante la carteggiatura).
Rastrema l’albero come mostrato nella Guida, muovendo il tampone in direzione dell’estremità superiore del tondino e ruotando lentamente quest’ultimo. Per essere certo di procedere in maniera uniforme, controlla spesso il diametro dell’albero in vari punti. Esso deve misurare 6 mm in testa, 7 mm al centro e 8 mm al piede. Quando avrai completato la rastrematura e i diametri saranno corretti su tutta la lunghezza del tondino, riporta su di esso la posizione della parte superiore a sezione quadra dell’albero. Poi taglia a misura il tondino, aggiustandone la lunghezza.
La porzione lunga 70 mm alla base deve avere sezione ottagonale, mentre quella di 40 mm all’estremità superiore sezione quadra. Metti un pezzo di cartoncino spesso 1 mm sotto la testa dell’albero così da mantenerlo stabilmente in piano. Usando il Centre Finder, riporta sulla base del tondino il disegno dell’ottagono della prima porzione poi, con l’aiuto di un listello diritto, prolunga per l’intera lunghezza del tondino le linee corrispondenti a quattro degli otto angoli dell’ottagono. In tal modo le facce della parte a sezione quadra saranno parallele a quelle della parte a sezione ottagonale.
Ora sagoma la porzione a sezione quadra con un taglierino o una lima, quindi controlla che la crocetta s’inserisca su di essa, senza incollarla.
Appoggia l’albero sul disegno del Piano e riporta su di esso la posizione della noce. Per realizzare quest’ultima, modella otto facce piane, poi taglia quattro pezzi di listello da 2x3 mm, smussane i bordi e incollali come mostrato nella foto 11 a pag. 12 della Guida al montaggio. Dopo aver fatto asciugare la colla, fissa altri quattro listelli tra i primi quattro. Con una limetta rastrema la noce usando il disegno del Piano come guida per ottenere la forma esatta.
Ora puoi sagomare anche la parte a sezione ottagonale al piede dell’albero. Al termine, sempre con l’aiuto del Piano, segna la posizione dei tre fori previsti vicino alla base. I fori devono essere su una faccia parallela a una delle facce della porzione a sezione quadra. Esegui i fori ortogonali all’albero con una punta da 1,5 mm. Applica sull’albero il mordente o la vernice, facendo riferimento alle immagini a pag. 13 della Guida. Non colorare la porzione a sezione quadra.

L’assemblaggio dell’albero di gabbia sul fuso maggiore
L’albero di gabbia è unito al fuso maggiore per mezzo della testa di moro e della crocetta situata sotto la coffa.
Controlla che l’albero di gabbia passi attraverso il foro rotondo della testa di moro. Quindi rimuovilo e incolla la testa di moro in cima al fuso maggiore. Essa va disposta perpendicolarmente all’albero. Inoltre il suo foro rotondo deve essere allineato al foro quadrato all’interno della coffa.
Adesso devi realizzare un piccolo montante da posizionare tra la barra traversa anteriore della coffa e il bordo inferiore della testa di moro. Misura dunque la distanza che intercorre tra i due elementi in questione. Dopo aver tagliato un pezzo di tondino da 3 mm lungo 10 mm meno della distanza appena rilevata, prepara due pezzi di listello da 4x4 mm della lunghezza di 6 mm l’uno e incollali alle estremità del tondino, centrandoli. Colloca il montante nella sua sede e rifilalo con precisione, ma aspetta a incollarlo.
Taglia un pezzo di tondino di ottone lungo 10-11 mm e limane le estremità ad angolo retto. In seguito, infila l’albero di gabbia nella testa di moro, introduci il tondino nel foro inferiore dei tre che si trovano sul piede dell’albero e spingi quest’ultimo verso il basso, mandando il tondino in battuta contro la crocetta. Controlla che i due alberi siano perfettamente allineati e che le loro porzioni a sezione quadra siano parallele. Quando tutto ti sembrerà a posto, incolla in posizione l’albero di gabbia.
Incolla il montante davanti all’albero di gabbia, infine coloralo con il mordente o la vernice nera.
Per il momento, evita di incollare l’albero maestro allo scafo.
admin ha allegato le seguenti immagini:
V63.JPG
V63-1.JPG
V63-2.JPG
V63-3.JPG
V63-4.JPG
V63-5.JPG
V63-6.JPG
V63-7x.JPG
V63-8x.JPG
V63-9.JPG
V63-10.JPG
V63-11.JPG
V63-12.JPG
V63-13.JPG
V63-14.JPG
V63-15.JPG
V63-16.JPG
admin
#4 Inviato : mercoledì 2 settembre 2015 19:21:05
Rank: Amministratore

Gruppi: Administrator, Administrators

Iscritto: 07/01/2015
Messaggi: 625
Points: 1.910
Locazione: UK
Fascicolo 64

In allegato, vari tondini e listelli di legno, bozzelli, filo di ottone, fili di cotone, gocciolatoi, anelli dei buttafuori.

In questo montaggio eseguirai la terza e ultima parte dell’assemblaggio dell’albero maestro, quella relativa all’alberetto di velaccio, che è collegato all’albero di gabbia per mezzo della crocetta e di una piccola testa di moro. Prima di metterti al lavoro, studia il Piano dell’albero, leggi bene le istruzioni e fai attenzione alle misure.

La realizzazione dell’alberetto di velaccio
Segna sul tondino da 6 mm (allegato al fascicolo 63) dove termina la porzione a sezione ottagonale e inizia quella rastremata. Con l’aiuto del Centre Finder riporta sulla base del tondino la posizione degli otto angoli dell’ottagono e prolunga le linee lungo tutta la parte a sezione ottagonale.
Rastrema l’alberetto (usando il metodo illustrato nel fascicolo 62) in modo che al piede esso misuri 5,5 mm, come indicato sul Piano. Nella parte superiore è presente una discontinuità in corrispondenza della quale la sezione tonda dell’alberetto cambia diametro. Per riprodurla, esegui un taglio superficiale attorno al tondino e assottiglia la porzione superiore in modo che misuri 5 mm nel punto del taglio e 4 mm all’estremità.
Successivamente sagoma la porzione a sezione ottagonale, quindi disegna una linea trasversale passante per il centro di una faccia: essa ti servirà per individuare i due fori inferiori dell’alberetto. Ruota poi di 90 gradi il tondino e traccia una seconda linea trasversale passante per il centro della faccia, che ti sarà utile per individuare i sei fori superiori dell’alberetto. In effetti, i due fori inferiori risulteranno ai lati dell’alberetto, mentre i sei superiori guarderanno a poppavia.
Metti un pezzo di cartoncino spesso 1 mm sotto la testa dell’alberetto in maniera tale da mantenerlo stabilmente in piano, poi, usando un listello come un righello, prolunga la seconda linea per l’intera lunghezza del tondino. Riporta sulla seconda linea la posizione dei sei fori superiori e sulla prima quella dei due fori inferiori. Infine, con una punta da 1,5 mm pratica gli otto fori, assicurandoti che siano perpendicolari all’alberetto.
Prepara un pezzo di tondino di ottone lungo 10-11 mm da infilare nel foro più basso.
Appoggia l’alberetto sul disegno del Piano e riporta su di esso la posizione della noce a sezione ottagonale. Quindi, con la tecnica descritta nel fascicolo 63, ricava otto facce piane, applica su di esse dei pezzi di listello da 2x3 mm e rastrema i listelli.
Recuperata la testa di moro piccola allegata all’uscita 63, controlla che alberetto e albero di gabbia entrino rispettivamente nel foro rotondo e in quello quadrato del pezzo. Pratica quattro fori nella testa di moro e incolla al loro interno altrettanti golfari, come illustrato nella foto sotto. Osserva come i due golfari accanto al foro rotondo siano leggermente inclinati verso l’esterno. Accorcia i gambi e usa la colla cianoacrilica.
Applica sulla testa di moro e sulla crocetta (assemblata nel fascicolo 63) una mano di mordente o di vernice nera.
Inserisci la crocetta sull’albero di gabbia, poi prova a disporre in posizione l’alberetto e la testa di moro. Rifila il piede dell’alberetto così da farlo entrare nella crocetta e allinearlo al bordo inferiore di quest’ultima. Accertati inoltre che le due sezioni siano diritte.
Applica sull’alberetto lo stesso mordente usato sul resto dell’albero maestro. In seguito incolla in posizione la crocetta, l’alberetto, la testa di moro e il tondino di ottone. Mentre la colla asciuga, verifica che le varie sezioni rimangano diritte e allineate tra loro.
Recuperato il pomo di legno fornito con l’uscita 63, ricava su di esso una piccola faccia piana. Incolla tale faccia in cima all’alberetto, in posizione centrata.
Ricorda di stendere il mordente o la vernice sull’alberetto prima di installare i bozzelli (cosa che farai tra poco). Se hai optato per la finitura naturale, applica il mordente su tutto l’albero tranne la noce, che dovrai trattare solo con una vernice protettiva. Se stai verniciando il modello, dipingi di nero tutte le parti sopra la crocetta.
Incolla insieme i tre componenti del guanciale forniti nel fascicolo 62 poi, con una limetta, ricava tre scanalature sulla faccia superiore del pezzo. Colora il guanciale con il mordente o la vernice nera, quindi incollalo sulla testa di moro più grande.
Applica il mordente o la vernice nera anche sulle guide a forma di ‘W’ e sui guanciali concavi allegati al fascicolo 63. In seguito, incolla i pezzi ai lati dell’albero di gabbia: le guide appena sotto la testa di moro piccola e i guanciali sopra le barre traverse della crocetta.

L’installazione dei bozzelli sull’albero maestro
Stroppa le quattro bigotte a cuore ricevute insieme ai fascicoli 62-63 con il filo marrone più grosso. Fissa quindi i pezzi di filo sul fuso maggiore in corrispondenza dei punti indicati sul Piano. Lega ciascun filo con due mezzi colli e rinforza i nodi con un po’ di colla vinilica diluita.
Prepara inoltre 1 bozzello doppio da 7 mm, 4 bozzelli semplici da 5 mm e 7 bozzelli semplici da 4 mm. Lega i bozzelli come spiegato nella Guida al montaggio, tenendo sempre presente anche il disegno del Piano.
Non incollare ancora l’albero maestro allo scafo.
admin ha allegato le seguenti immagini:
V64.JPG
V64-1.JPG
V64-2.JPG
V64-3.JPG
V64-4.JPG
V64-5.JPG
V64-6.jpg
V64-7.jpg
V64-8.JPG
V64-9.jpg
V64-10.JPG
V64-11.JPG
V64-12.JPG
V64-13.JPG
V64-14.JPG
V64-15.JPG
V64-16.JPG
admin
#5 Inviato : mercoledì 2 settembre 2015 19:24:55
Rank: Amministratore

Gruppi: Administrator, Administrators

Iscritto: 07/01/2015
Messaggi: 625
Points: 1.910
Locazione: UK
Fascicolo 65

In allegato, vari tondini e listelli di legno, bozzelli, tacchetti, filo di ottone, fili di cotone, anelli dei buttafuori.

Un modello con le vele o senza? A te la scelta!

Giunto al montaggio 65, ti trovi nella necessità di decidere se realizzare un modello con le vele o senza.
La Victory che stai costruendo dispone di un corredo completo di vele. Alcuni appassionati, tuttavia, preferiscono mettere in rilievo i particolari delle manovre e dell’attrezzatura, lasciando i loro modelli ‘a secco di vele’, in una condizione simile a quella in cui si trova oggi la Victory. Con questa opzione, inoltre, risulta più semplice mantenere pulito il modello, specialmente se non lo si conserva in una teca.
Il motivo per cui la scelta va fatta al montaggio 65 è che alcuni dei bozzelli usati per le manovre correnti vanno installati solo nel caso in cui la nave sia dotata di velatura. Optando per la costruzione di un modello senza vele, puoi tralasciare l’assemblaggio della maggior parte dei bozzelli. Nei disegni contenuti all’interno dei piani degli alberi i bozzelli che devono essere installati su un modello a secco di vele sono contrassegnati con una stella.
Occorre anche stabilire se lasciare il modello allo stato naturale oppure dipingerlo. Scegliendo la finitura naturale, devi tingere la parte centrale dei pennoni con il mordente color noce, mentre i bracci vanno trattati con il mordente color quercia. In caso di finitura decorativa, invece, i pennoni vanno interamente dipinti di nero, con l’eccezione dei bozzelli e delle loro legature.

Il modello illustrato nel nostro Diario ufficiale di costruzione sarà privo di velatura e con finitura decorativa. La Guida al montaggio dei fascicoli, al contrario, fornisce le istruzioni per realizzare un modello invelato e dà le indicazioni necessarie sia per lasciare la nave allo stato naturale sia per verniciarla.

In questa fase di lavoro realizzerai il pennone maggiore dell’albero maestro. I disegni dei pennoni si trovano sul Piano dell’albero maestro. Alcuni dei componenti di cui avrai bisogno sono stati consegnati con il fascicolo 64, mentre parte dei legnami e degli accessori forniti con la presente uscita serviranno per gli altri pennoni dell’albero maestro, che realizzerai nel seguito dell’opera.

La realizzazione del pennone di maestra
Il pennone di maestra è il pennone più grande e più basso dei tre che si trovano sull’albero maestro. Sostiene due aste di coltellaccio, anch’esse disegnate nel Piano.
Prendi il tondino da 7 mm di diametro e riporta su di esso la posizione della parte centrale a sezione ottagonale del pennone. Il tondino è più lungo del necessario: lascia quindi una certa abbondanza alle estremità. Taglia a misura il tondino solo dopo aver terminato la rastrematura.
Con l’aiuto del Centre Finder riporta su una base del tondino il disegno dell’ottagono della porzione centrale. Utilizzando un listello come righello, prolunga poi le linee corrispondenti agli angoli dell’ottagono fino alla parte centrale del tondino. Successivamente, usando come guida quattro delle linee appena tracciate, ricava quattro facce piane, tra loro perpendicolari, larghe 6 mm l’una. Infine, per ottenere la parte a sezione ottagonale dalle quattro facce, smussa in maniera uniforme i loro spigoli.
Rastrema i bracci del pennone finché non sia possibile inserire gli anelli delle aste di velaccio nel punto esatto indicato nel disegno del Piano. Le estremità del tondino devono avere un diametro di 3 mm. Una volta ottenuta la misura corretta, leviga il pennone con carta abrasiva a grana fine.
Taglia quattro pezzi di listello da 2x4 mm da applicare sulla porzione centrale del tondino e smussane gli spigoli così da poterli posizionare al centro del pennone. Carteggia le estremità dei listelli, facendo riferimento al Piano. Incolla quattro listelli sulla parte a sezione ottagonale, alternandoli sulle facce piane. Lascia asciugare completamente la colla, quindi completa la parte a sezione ortogonale con l’aggiunta degli altri quattro listelli sulle facce che ne sono prive. Quando l’adesivo è asciutto, carteggia la parte.
Con molta attenzione pratica un foro da 1 mm alle estremità del pennone per l’inserimento delle aste di coltellaccio.
Incolla due tacchetti sulla porzione centrale del pennone, servendoti del disegno del Piano per individuare la posizione esatta.
Per fare le aste di coltellaccio, prendi due tondini da 3 mm di diametro e assottigliali da una parte in modo che un’estremità misuri 2 mm, come illustrato nel Piano.

La guarnitura del pennone di maestra
Prima di installare i bozzelli, colora il pennone con il mordente o la vernice nera. Poi aggiungi gli anelli delle aste di coltellaccio, le legature e le staffe dei marciapiedi.
Infila i quattro anelli sui bracci e alle estremità del pennone, rispettando le posizioni indicate sul Piano. Attenzione: essi vanno inclinati verso l’alto di 30 gradi rispetto ai tacchetti. Fissa i pezzi al pennone con la colla cianoacrilica.
Realizza le legature e le staffe come ti viene illustrato nella Guida al montaggio. Noi abbiamo scurito il filo di ottone con cui sono fatte le staffe usando del liquido brunitore. In tal modo esse assumono una colorazione che le rende più simili alla corda, materiale con cui erano fatte sulla nave originale.

L’applicazione dei bozzelli
Il pennone di maestra è attrezzato con i bozzelli occorrenti per appenderlo all’albero e manovrare le vele.
Nel caso tu abbia scelto di costruire un modello senza vele, puoi tralasciare di applicare la maggior parte dei bozzelli. Gli unici a dover essere installati sono quelli contrassegnati nei disegni del Piano con una stella.
Il modello illustrato nel nostro Diario ufficiale di costruzione è privo di velatura. La Guida al montaggio dei fascicoli, al contrario, fornisce le istruzioni per realizzare un modello invelato.
Installa i bozzelli nei punti del pennone che ti sono indicati nel Piano. Poi fissa in posizione le aste di coltellaccio con una goccia di adesivo cianoacrilico.
admin ha allegato le seguenti immagini:
V65.JPG
V65-1.JPG
V65-2.JPG
V65-3.JPG
V65-4.JPG
V65-5.JPG
V65-6.JPG
V65-7.JPG
V65-8.JPG
V65-9.JPG
V65-10.JPG
V65-11.JPG
V65-12.JPG
V65-13.JPG
V65-14.JPG
V65-15.JPG
V65-16.JPG
V65-17.JPG
V65-18.JPG
V65-19.JPG
Utenti che sfogliano il topic
Guest
Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.

DeAgostini